Consumo riscaldamento elettrico

  • AGEVOLAZIONI FISCALI PER L'ACQUISTO DI PRODOTTI ELETTRICI PER IL RISCALDAMENTO - RADIALIGHT

    Save money on electricity bill Bonney Plumbing

     

    Di seguito le domande più frequenti che riceviamo dai nostri clienti sulle agevolazioni fiscali per l'acquisto dei nostri prodotti e le relative risposte.

     

    DOMANDA: esistono agevolazioni fiscali sull’acquisto dei sistemi di riscaldamento elettrico Radialight ?

    RISPOSTA: Sì

    Quale è il beneficio fiscale ottenibile?

    L’acquisto nel 2020 dei sistemi di riscaldamento elettrico Radialight può essere detratto al 50% in 10 anni dall’IRPEF, secondo quanto previsto dalla recente legge di bilancio (legge n. 160/2019 - art. 1, comma 175).

    A quali condizioni si ha diritto alla detrazione?

    E’ indispensabile che i prodotti vengano acquistati nell’ambito di un intervento di ristrutturazione edilizia dei seguenti tipi :

    • Manutenzione straordinaria
    • Ristrutturazione edilizia
    • Restauro e risanamento conservativo
    • Manutenzione ordinaria (solo su parti condominiali)

    e  che l’intervento non sia iniziato prima del 01/01/2019

     

    Cosa dice la Legge ?

     "La detrazione spetta per l’acquisto di mobili nuovi ed elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga), come rilevabile dall’etichetta energetica. L’acquisto è comunque agevolato per gli elettrodomestici privi di etichetta, a condizione che per essi non ne sia stato ancora previsto l’obbligo.

    Rientrano nei grandi elettrodomestici, per esempio: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento".

     

    Qual’è l’importo massimo che si può portare in detrazione?

    La detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

     

    Cosa fare per ottenere il rimborso?

    1             Occorre effettuare i pagamenti esclusivamente con bonifici bancari e questi devono essere  specifici per i lavori di ristrutturazione.

    Va indicato:

    • la causale del versamento (numero d’ordine o di fattura);
    • il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
    • il numero di partita Iva del fornitore che, nel caso di acquisti effettuati direttamente da Radialight, è 01757370158

    2             Occorre consegnare a chi compila la denuncia dei redditi:

    • attestazione del bonifico;
    • fattura di acquisto.

    Qual è l’aliquota IVA applicata ai sistemi di riscaldamento elettrico Radialight?

    Se i sistemi di riscaldamento elettrico Radialight vengono acquistati direttamente dalla casa madre o da un distributore/rivenditore, l’IVA è quella ordinaria, al 22%.

    Se invece i prodotti sono forniti da un installatore o da un’impresa nell’ambito di un contratto di appalto, è applicabile l’IVA al 10% (*)

    (*) con determinate limitazioni, vale a dire soltanto sulla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni stessi.

     

     
    Visito lo Shop Riscaldamento Elettrico Radialight
  • Quanto consumano i Radiatori Elettrici Klima?

    Risparmio riscaldamento

     

    La domanda che ci viene posta più spesso dai nostri clienti è: "Quanto consumano i vostri radiatori?"  

    Infatti, essendo ancora oggi il riscaldamento elettrico una scelta minoritaria in Italia, i consumatori sono restii ad installare radiatori di questo tipo perchè spaventati dai consumi elettrici.

    Attraverso questo articolo, desideriamo fornirvi il risultato delle prove di consumo effettuate sulla gamma di radiatori DUAL-THERMKLIMA, progettati per riscaldare velocemente e mantenere alto il livello di comfort, controllandone contemporaneamente i consumi.

  • Riscaldamento elettrico e impianti fotovoltaici

     

     

     

    Poiché RADIALIGHT si propone come partner per risolvere i vostri problemi,  rendervi soddisfatti e non necessariamente per vendere comunque dei prodotti , sfatiamo un mito.

    Normalmente l’installazione di un impianto fotovoltaico, anche con accumulo, non sarà sufficiente ad alimentare completamente un impianto di riscaldamento a radiatori elettrici.

    Questo perché un impianto fotovoltaico per uso abitativo privato, salvo rari casi, porta a produzioni massime nell’ordine di 6 – 9 KW e questo nelle stagioni più calde e durante le ore di irraggiamento. Nei periodi invernali e durante le ore notturne, anche in presenza di un sistema di accumulo, la produzione media è inferiore al necessario dovendo quindi attingere energia dalla rete. In una villetta da 150 m2 sarebbero  necessari almeno 10 - 15 KW  di autoproduzione nominale, in funzione del grado di isolamento termico dell’abitazione, solo per alimentare un impianto di riscaldamento elettrico  

     

    Un impianto fotovoltaico tradizionale da 5 – 6 KW realizza però un’auto produzione energetica che, assistita dall’accumulo, mette a disposizione un “tesoretto“ di energia da utilizzare assolutamente per evitare una re immissione in rete oggi assolutamente non remunerativa.

     

    In questi casi  e nel caso di problemi di riscaldamento puntuali, in locali mal isolati o nei bagni (vedi articolo sulle pompe di calore) uno o più radiatori RADIALIGHT possono costituire una valida soluzione perché a costo tendente a zero, sia come installazione e sia come consumo, in quanto  potrete  fare buon uso dell’ “eccesso“ di auto produzione elettrica disponibile.